Un volontariato promotore di pensieri e di relazioni

dino51-2Il 4 marzo 2013 si è svolta a Udine nella sede della " Casa dell'Immacolata" l'Assemblea del Mo.VI Federazione Regionale del Friuli V.G. L'ordine del giorno prevedeva la relazione morale e politica del presidente dimissionario Franco Bagnarol, la relazione tecnica del Direttore Giorgio Volpe nonché la nomina di un nuovo Presidente per il triennio 2013-2015. Assemblea molto partecipata con rappresentanti da tutta la regione, e con puntuali interventi dei partecipanti. Apre l'assemblea il presidente uscente che illustra le linee che hanno guidato il Movimento nel triennio appena trascorso. Linee di rinnovamento di speranza, di nuove strade per la crescita culturale del volontariato, rilanciare la speranza di un futuro migliore capace di trasformare la crisi in una reale opportunità per avvicinarci a quel di più umano che siamo chiamati a realizzare.
La qualità e quantità del lavoro svolto in questi anni è stato oggetto di verifica nella relazione illustrata dal direttore Giorgio Volpe.E' emerso, attraverso gli interventi dei partecipanti, la volontà di continuare sulla strada tracciata proponendo le linee guida che i rappresentanti delegati all’Assemblea Nazionale del MoVI porteranno alla discussione. Linee che il nuovo presidente eletto dal Comitato regionale - Dino Osvaldo del Savio - a fatto proprie. Egli stesso le conferma in questa sua dichiarazione: “Continuare il lavoro, che già vede il MOVI protagonista nella nostra regione, su giovani-scuola-volontariato, con una “enorme operazione culturale ed educativa” a sostegno dei valori della solidarietà e della cittadinanza attiva; i giovani sono pronti ad ascoltarci ed accoglierci; Impegnarsi per favorire “l’effettiva partecipazione di tutti (i lavoratori) all’organizzazione politica del Paese” sviluppando l’impegno civico e l’interessamento per i problemi della comunità. Costruire spazi di democrazia partecipativa, a cominciare dalle Istituzioni Comunali, per decidere insieme i livelli di benessere che vogliamo per le nostre comunità; Operare, sia sul piano della riflessione teorica che della pratica volontaria, per connettere giustizia sociale e responsabilità ambientale. Favorire consapevolezza dell’impatto degli stili di vita delle persone, delle famiglie, delle piccole comunità ma anche delle nostre organizzazioni di volontariato sull’ambiente; Partecipare alla costruzione della governace regionale del volontariato. Produrre i regolamenti attuativi della LR 23 del 9 novembre 2012 ma, innanzitutto, implementare con chiarezza, trasparenza e qualità compiti e funzioni dei nuovi Comitato Regionale, Comitato di Gestione e Centro Servizi Volontariato, con particolare attenzione ai componenti di tali organismi espressi dal volontariato organizzato; ricercare modelli organizzativi del MOVI regionale più adeguati alla realtà attuale delle OdV, fondati su federazione di reti di associazioni ( reti territoriali, tematiche, progettuali) piuttosto che su riferimenti geografico-amministrativi.” (leggi tutto l'intervento) Il nuovo presidente lavora nella formazione professionale del Friuli Venezia Giulia con il ruolo di formatore, progettista, responsabile di progetti speciale ed internazionali. Dal 1974 è scout. Dal 1980 al 2000 è stato formatore di Quadri ed Educatori dell’AGESCI, grande associazione educativa italiana. Da oltre trent’anni lavora nella formazione professionale del Friuli Venezia Giulia con il ruolo di formatore, progettista, responsabile di progetti speciale ed internazionali. Dal 1974 è scout. Dal 1980 al 2000 è stato formatore di Quadri ed Educatori dell’AGESCI, grande associazione educativa italiana. E’ stato - dal 1999 al 2004 - assessore alle politiche educative e sociali del Comune di Aviano. Fondatore del Coordinamento Regionale Enti Locali per la Pace e Diritti Umani, è stato membro della Presidenza del Coordinamento Nazionale con sede a Perugia. Attualmente si dedica al Mo.VI, coordina un progetto di cooperazione decentrata in Etiopia, è membro del Comitato Regionale del Volontariato per il periodo 2010-2013

Commenti (0)

500 caratteri rimanenti

Cancel or