Volontariato: spazi di incontro fra generazioni

VOLONTARIATO: SPAZI DI INCONTRO FRA GENERAZIONI

Il progetto nasce in Lombardia a fronte di un bando della Regione Lombardia (LR 1/08) e si inquadra nel progetto nazionale “STRADE NUOVE” del MoVI.

Si sviluppa attraverso una ricognizione delle esperienze di 4 province (Milano, Mantova, Varese, Pavia) ma con coinvolgimento indiretto anche delle altre.

Partecipano Associazioni di rilievo regionale o nazionale (AiBi, AVO, CAM, Civitas, AGE, GVV-AIC …)  e coordinamenti provinciali di associazioni di volontariato che ne rappresentano oltre 200.

Descrizione:

Il progetto promosso dal Mo.V.I. nasce da indagini effettuate riguardo le cifre del volontariato italiano che evidenziano una riduzione del numero complessivo dei volontari a fronte del sempre crescente numero di organizzazioni di volontariato. Uno degli elementi maggiormente preoccupanti sembra essere la mancanza di dialogo tra le associazioni e i giovani, incapaci ad oggi di riconoscersi negli enti presenti sul territorio.

Il progetto, forte del fatto che il 2012 è stato proclamato Anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni,  si propone la finalità di promuovere il volontariato come occasione privilegiata di incontro tra generazioni, sensibilizzando l’opinione pubblica rispetto al contributo che le due “generazioni ai margini”, terza età e giovani, possono dare alla società.

L’obiettivo è quello di partire dalle indicazioni dell’Unione europea per affrontare le difficoltà che il mondo del volontariato sta incontrando nell’accostarsi alle nuove generazioni, stimolando i propri volontari a invecchiare in maniera attiva, aperta e solidale, per recuperare quel dialogo ormai perso e favorire l’inserimento e il ricambio all’interno dell’organizzazione stessa.

Il progetto vuole promuovere interventi di ricerca/azione e modalità attraverso cui avvicinare gruppi giovanili al mondo del volontariato più tradizionale.

Il progetto prevede la raccolta, la sistematizzazione e la condivisione delle esperienze maturate per arrivare a individuare e sperimentare piccoli interventi congiunti che possano essere presentati, a conclusione, come linee guida da seguire.

Obiettivi generali:

  • Promozione di un percorso che sappia offrire occasioni di incontro tra volontari anziani e giovani, per rivelare punti di forza e criticità per lo sviluppo di azioni congiunte.
  • Sperimentazione a livello locale di esperienze condivise in cui si valorizzino competenze e risorse generazionali diverse (esempio: giovani e tecnologie comunicative e reti sociali).
  • Offrire una rete di supporto e di informazione che superi la barriera intergenerazionale nel mondo del volontariato.
  • Fornire gli elementi conoscitivi adoperati dall’associazione per una fattiva collaborazione tra generazioni diverse.

Il CONVEGNO programmato a conclusione dei lavori ha lo scopo di mettere in comune le esperienze di collaborazione intergenerazionale al fine di promuovere una logica di partecipazione di rete finalizzata alla diffusione delle buone prassi all’interno del mondo del volontariato.

I lavori si basano essenzialmente sulle testimonianze dirette dei protagonisti delle iniziative, offrendo a ciascuno la possibilità di scelta della modalità di presentazione della propria esperienza (video, relazioni, foto, etc…).

Naturalmente – come si vede dall’invito -  sono previsti autorevoli interventi per inquadrare e sostenere il dibattito onde assicurare il raggiungimento degli obiettivi generali.

 

Commenti (0)

500 caratteri rimanenti

Cancel or